Stelo della coppetta mestruale: istruzioni per l’uso

Coppetta mestruale Igiene Igiene Intima

Non ti è ancora chiaro come usare correttamente lo stelo durante la rimozione?
Leggi lo stelo della coppetta mestruale: istruzioni per l’uso per toglierti ogni dubbio e per evitare disastri in bagno!

Chi scopre la coppetta mestruale crede che lo stelo (o gambo, chiamatelo come volete :) ) serva ad estrarre la coppetta fino in fondo.
Non è proprio così.

La coppetta mestruale non si rimuove tirando lo stelo finché non esce la coppetta. Lo stelo serve d’aiuto per raggiungere il fondo della coppetta finché la si afferra tra pollice e indice per schiacciarla e togliere la ventosa.
Importante: Lo stelo aiuta ma non va tirato per estrarre la coppetta fino in fondo!
E noi non lo consigliamo perché

  • Tirando solo lo stelo NON si rilascia l’effetto ventosa che tiene la coppetta mestruale ferma all’interno della vagina. Afferrare il fondo della coppetta tra pollice e indice rimuove la ventosa. Dopodiché la coppetta esce facilmente. Tirare lo stelo come delle ossesse rende le cose più complicate, lo stelo potrebbe allungarsi, anche staccarsi se si tira troppo. Si rischia anche di riversare il contenuto della coppetta in maniera poco controllata… ovunque. PLAF!
  • Lo stelo aiuta a localizzare il fondo della coppetta. Tiralo LEGGERMENTE per raggiungere il fondo della coppetta, afferra il fondo della coppetta tra pollice e indice e tira la coppetta verso il basso piano piano facendo un leggero zig-zag. Sono quasi sempre presenti circonferenze concentriche in rilievo nel fondo della coppetta che aiutano ad avere una migliore presa.

rimuovere la coppetta mestruale

Lo stelo è troppo lungo?

Se una volta inserita la coppetta avverti lo stelo a contatto con le piccole labbra che da una sensazione di fastidio allora lo stelo è troppo lungo. Taglialo, facendo attenzione a non bucare il fondo della coppetta.
Molte coppette non hanno stelo ma una presa ad anello o a pallina che alcune donne preferiscono. Come la Femmycycle o la Me Luna.

Rimuovere la coppetta è una procedura abbastanza facile, ma ecco alcuni suggerimenti su domande che spesso ci vengono poste.

“L’ho inserita, ma non riesco a farla uscire!”

Se hai problemi a rimuovere la coppetta mestruale, la prima cosa da fare è rilassarti, respirare profondamente e concentrarti sui muscoli vaginali. Se la coppetta mestruale è risalita fino alla parte più alta all’interno della vagina, rilassa i muscoli e raggiungi la fine dello stelo con le dita. Accovacciarsi facilita la discesa della coppetta verso il basso. La coppetta mestruale non può perdersi in vagina; la via d’uscita è una: da dove è entrata.

Trova una posizione comoda che ti permetterà di rimuovere la coppetta più facilmente: molte donne rimuovono la coppetta a cavallo del water (con gambe rilassate!). La vagina fa una curva al suo interno e la coppetta si colloca solitamente sopra l’osso pubico quando si è sedute. Afferra saldamente il fondo della coppetta mestruale con l’indice e il pollice finché non senti l’effetto ventosa rilasciare, falla oscillare avanti e indietro, e sfilala delicatamente.

“La coppetta mi è “andata in orbita” e non riesco a farla uscire!”

Innanzitutto NO PANIC. La coppetta sale “in orbita” per fermarsi prima dell’utero e non può andare oltre. La cervice in fondo alla vagina chiude il passaggio verso l’utero e oltre la vagina non si va.
La coppetta mestruale può salire se la taglia è troppo piccola, o se è troppo morbida, o se stai sdraiata a lungo – ad esempio durante le ore di sonno. Quindi sì, la coppetta mestruale può salire ma al massimo 5-7 centimetri, e per 5-7 centimetri è meglio restare calme che fare un dramma. Sicuramente la cosa può renderti insicura, ma è tutta questione di conoscere il proprio corpo.
In questo caso, dopo il risveglio, attendi un pò di tempo e permettigli di scendere un pò quindi rimuovila. Se vuoi accovacciandoti per aiutarti.

Un’altra opzione per aiutare la rimozione è spingere verso il basso, usando gli stessi muscoli che si usano per andare al bagno insieme a quelli vaginali, senza esagerare e smettendo non appena riesci ad afferrare il fondo dello stelo.

Se si presentano ancora problemi di rimozione, inserisci il dito indice parallelo alla coppetta e trova la parte superiore del bordo della stessa. A questo punto, il pollice sarà naturalmente posizionato sul fondo della coppetta, quindi premila e afferra la coppetta con il pollice e tirala delicatamente. Si può sentire un piccolo rumore quando si rilascia l’aspirazione, ma continua a tirare la coppetta e non lasciarla andare. Quando la coppetta è posizionata in apertura della vagina, schiaccia il calice della coppetta proprio come quando la inserisci, in modo che nessuna pressione venga applicata alla membrana della mucosa – è tutta una questione tecnica in contrapposizione alla forza.

Dai un’occhiata alle FAQ se vuoi più risposte sulle coppette mestruali, se vuoi trovare una descrizione su tutti i tipi di stelo vai alla tabella “paragona le coppette mestruali” e dai un’occhiata al nostro shop per trovare la coppetta mestruale giusta per te!

Comments1

comments

Originaria della provincia di Ravenna, Alessandra è insegnante di yoga... anche se aveva studiato ben altro!! Adora il mare e d'estate vive in Sardegna, dove insegna yoga e fa massaggi ayurvedici. Quest'inverno invece lo passerà su un'altra isola, raggiungerà Mandana (la fondatrice di menstrualcup.co) a Bali per collaborare da vicino con lei e diffondere al meglio prodotti ecologici e rispettosi dell'intimità femminile. Se passate da Bali veniteci a trovare!!

Lost Password

Sign Up